Mese Dantesco

logo

Dante sbarca al cinema: “L’Inferno” del 1911 al Concordia, introdotto dal prof. Pasquale

Inserito da
Per l’ultimo appuntamento del Mese Dantesco 2016 l’Inferno di Dante sbarca al cinema. Quante volte, di fronte alla visionaria iconicità e alla maestria scenografica di un poeta che scrisse il suo capolavoro pensandolo, anzi vedendolo (anche in questo fu profeta) con la concretezza e la vividezza della settima arte, capita di chiedersi perché un regista di calibro non si imbarchi nella folle impresa di rappresentare filmicamente, con l’ausilio di pirotecnici effetti speciali, il viaggio oltremondano dell’Alighieri? Beh, in verità è già stato fatto. In Italia. Nel 1911.
 

In dettaglio...

logo

Questo martedì la conferenza di Ferruccio Farina "Francesca da Rimini, un mito senza confini: oltre Dante, oltre la Commedia"

Inserito da
Si terrà questo martedì, alle ore 18:00 presso Palazzo Graziani, il terzo incontro del Mese Dantesco 2016, la conferenza del professor Ferruccio Farina Francesca da Rimini, un mito senza confini: oltre Dante, oltre la Commedia”. Farina, giornalista culturale riminese e fondatore del Centro Internazionale di Studi Francesca da Rimini, parlerà di uno dei personaggi più amati, affascinanti e celebri di tutta l’opera dantesca: la figlia di Guido da Polenta, sposa di Gianciotto Malatesta e amante del fratello di lui, il cui tragico e fatale amore il Sommo Poeta immortalò nel quinto canto dell’Inferno
 

In dettaglio...

logo

Francesco e Bernardo “maratoneti” verso l’Assoluto: Teodoro Forcellini legge "Paradiso" XI

Inserito da
Un morbido arpeggio di chitarra acustica e un canto caldo, limpido. A introdurre la seconda serata del Mese Dantesco 2016 è stata una meravigliosa interpretazione folk di Paradiso XI di Branduardi ad opera di Leonardo Bollini e Luca Volpinari: “Ma perch’io non proceda troppo chiuso / Francesco e Povertà per questi amanti / prendi nel mio parlar diffuso”. Ha poi spiegato Teodoro Forcellini, esperto studioso sammarinese, le ragioni di questa ouverture: se, come ci dice Dante stesso nell’incipit di Par. XXV, la Commedia è un “poema sacro”, allora va letta come le Sacre Scritture, e dunque esplorata nelle profondità abissali dei simboli medievali. Così, dunque, va interpretato il canto di San Francesco. Coerentemente, dunque, Forcellini ha voluto dare una lettura “sacra”, “biblica” e fedelmente medievale di quattro stupende e all’apparenza cristalline terzine di Paradiso XI.

In dettaglio...

12345... 10
Filtra per Anno
Filtra per Mese
<aprile 2017>
LMMGVSD
     12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930